Non arrenderti mai, non serve a niente

Luminasio 2011

Sono arrivata a casa da un’ora e già nn vedo l’ora di raccontarvi tutte le pazzie che abbiamo fatto.

Per prima cosa eravamo con altre 3 parrocchie: S. Paolo di Ravone, S. Maria Madre della Chiesa e Sacra Famiglia.

Giusto per farmi capire come erano messi quegli altri vi dico: noi eravamo in 14 + 3 educatori, mentre quelli di S. Paolo erano in 4+ 2 educatori, quelli della S. Maria Madre della Chiesa erano in 4 + 2 educatori e quelli della Sacra Famiglia erano così pochi che non ne valeva la pena contarli….

Cmq entriamo nella vera storia: arrivati là verso le 3.30 abbiamo aspettato quei “poveracci” delle altre parrocchie. Ci hanno dato le “direttive” della 2 giorni e sfortunatamente ci hanno detto che le femmine erano al 2° piano e i maschi al 1° :(… Noi del Cristo Re ci siamo fiondati nella prima camera del seconda piano, la più grande ovviamente, e ci siamo arrampicate sui letti (nn sto scherzando) per prenderci il nostro… C’erano 5 letti a castello attaccati l’uno all’altro… io ho preso il secondo letto in alto a partire dalla finestra…

Appena sistemati ci siamo accorti di una cosa orribile: nn avevamo il bagno in camera!! Tutte si sono messe a urlare e siamo scese a lamentarci e a chiedere dov’era il bagno…

Quando siamo scese nel salone ci aspettavano le “presentazioni” e Don Marco ( della parrocchia S. Maria…) ci ha fatto presentare…. Dopo le presentazioni abbiamo letto un brano tratto dalla Bibbia e abbiamo visto un piccolo video. Successivamente ci siamo divisi in gruppi e abbiamo svolto l’attività con i rispettivi animatori….

Chi non conosce l’Angela Righi si arrangia perchè l’Angela era nel mio stesso gruppo e si è inventata di tutto e di più, ma la storia più pazza che ha inventato è stata quella della gondola ( che non sto a raccontarvi) su cui l’educatrice ha giurato di farci un incubo terribile… Finite l’attività ci siamo riuniti di nuovo nel salone per guardare a vicende le scenette altrui… il nostro gruppo che durante il tempo a disposizione ha chiacchierato, quando ha dovuto spiegare la storia – scenetta è stato un dramma: l’Angela e un altro di nome Giorgio ( bruttissimo) hanno improvvisato e quello che Giorgio diceva l’Angela lo rappresentava… alla fine credo che se ne siano accorti che stavamo improvvisando:)…

Abbiamo cenato molto tranquillamente, con pasta la pomodoro polpettone e pomodori in insalata, quindi non vi sto a raccontare i dettagli…

Dopo esserci lavati i denti ( o quasi) siamo di nuovo scese nel salone per fare una preghiera serale ( o almeno così ci hanno detto).

Quando siamo usciti  nel piazzale davanti alla cucina erano circa le 20.30 e gli educatori ci hanno annunciato che era il momento di giochi all’ aperto…  Ma il bello era che era già buio pesto…

Molti hanno proposto giochi stupidi, ma ecco che una persona intelligente ha proposto: NASCONDINO… il gioco da bimbi piccoli più bello che conosco ma noi lo volevamo fare letteralmente e compleatamente al buio…eravamo decisi a farrlo così e nessuno ci poteva fermare…

Erano tutti eccitati e due persone si sono messe a contare. la zona vicino alla chiesa e alla nostra “casetta” era abbastanza vasta, recintata da una strada e da un recinto sotto il quale c’era un burrone… c’era anche un giardino verde e ampio… ma torniamo a nascondino… quando molte persone erano state prese i sopravissuti dovevano cercare nascondigli efficaci e furtivi. La cosa più pazza che abbiamo fatto in quel gioco è stato, per nasconderci, è stata spiaccicarci contro il muro con il cappuccio tirato su… dopo un paio di manches ( o come si scrive) ci siamo fermati, siamo andati a bere e abbiamo ripreso fiato… e adesso arriva il gioco più bello… KILLER!!! Era un gioco in cui l’animatore sceglieva una persona di nascosto e questo persona era il killer… questa persona doveva mischiarsi perchè doveva far credere di non essere il killer, e al momento opportuno li prendeva e chi veniva toccato era killer… tutti quelli che venivano toccati diventavano killer e vinceva il killer se in poco tempo li prendeva tutti, altrimenti vinceva l’ultimo che rimaneva… Abbiamo giocato a sto gioco 5 – 6 volte fuori con il buio pesto e tutti che urlavano e dicevano ipotesi, mentre la cosa che spaventava veramente era che uno a tua insaputo ti bisbigliava all’orecchio: “Sei il killer!!” E tu ci rimanevi a bocca aperta, ma facnedo finta di niente dovevei prendere anche gli altri… e se questo nn è un gioco bello nn so cs lo sia… E con questo gioco si erano fatte le 22.30… e tutti stremati chiedevano se si andava nelle camere… ma NO!! non era ancora finita… dovevamo fare la veglia !! Prima nel salone abbiamo discusso per una buona mezz’oretta, poi siamo andati nella chiesa per un’ora…

Moribondi siamo andati nelle nostre camere alle ore 24.00 per metterci il pigiama e ficcarci dentro al sacco a pelo…

Ci siamo infilati dentro ai sacchi a peli ma qualcuno che nn dico (si dice il peccato ma nn il peccatore) si è messo a parlare e tutti le hanno dato corda…

Sinceramente avevamo affittato abusiavamente l’ultima camere del corridoio per fare un festino cn 2 delle tipe delle altre parrocchie, ma visto l’orario e le forze che avevamo ci abbiamo rinunciato….

Tra chiacchiere la prima volta che abbiamo fatto silenzio è stata all’ 1.30, io mi sono addormenta all’ 1.40, visto il sonno che avevo, c’è gente che si è addormentato alle 3.00 di notte… :):):):):):)

Come previsto dalla volta scorsa l’Alessia Maria Tafuri alle 6.30 doveva andare in bagno😦 e ci ha svegliato tutte…Meno male le educatrice erano già scese per aiutare a preparare la colazione e nn ci ha sentite… Alle 6.45 quando è tornata su ci ha sentito sveglie e ci ha dovuto zittire…

Siamo state 1 ora nel letto poi ci siamo vestite e siamo scese per la colazione… per colazione si faceva quasi a botte per le gocciole, ma ne sono uscita viva🙂

Dopo la colazione ed esserci lavati i denti abbiamo fatto una specie di raccoglimento e in seguito la messa delle 10.30 con i 22 abitanti di quel mini – paese…

Dopo la messa ci siamo messi a giocare e a prepare i tavoli per il pranzo che abbiamo allestito fuori…Finite le preparazioni abbiamo mangiato macccheroni al ragù e cordon bleu… infine le torte: cioccolato…..:)

In parallelo a questo evento abbiamo preparato il “matrimonio”  di nostri due educatori: uno nn voleva ma l’abbiamo convinto, mentre l’altra nn voleva sposarsi perchè le piace un altro, ma abbiamo convinto anche lei. Abbiamo pensato a tutto noi: abbiamo preso i fiori per il bouque ( o come si scrive) abbiamo fatto le fedi ( con due margherite chiuedendole)  e abbiamo portate i due “innamorati” sotto un archetto ( che sembrava nuziale) che abbiamo trovato naturalmente nel parco… Abbiamo fatto il discorso “tu vuoi prendere blablablablabla…..” e alla fine abbiamo gridato tutti :”BACIO BACIO BACIO BACIO…” e alla fine si sono baciati… sulla guancia ma si sn baciati…

Poi lui, Lorenzo, si è ritirato in una sedia con la sua chitarra a suonare e la Gloria, la sua “sposa”, gli è stato di fianco ad ascoltarlo: CHE ROMANTICO!!!!

Dopo mangiato c’è stato l’ultimo momento di diveritmento dove ognuno ha fatto le ultime cose che voleva fare… abbiamo saltato la corda, giocato a pallone….e dopo aver portato giù le borse ognuno si godeva gli ultimi momneti di libertà cm meglio poteva!!!! :):):):):):):):):):):):):):)

4 Risposte

  1. uh che bello….

    25 marzo 2011 alle 21:46

  2. Tizi-pizi-strizzi

    sai, mi hai fatto venire voglia di venire, ma nn so se verrò alla prossima se la faranno così tardi… nn ho capito molto bn la cs del “killer”, cioè cm si gioca, ma sembra stancante.

    MA PERCHè NN HAI MESSO IL RACCONTO DELLA GONDOLA DELL’ANGELAAA!!????!!!!!! uff!
    sembra interessante dall’autrice… XDXD
    va bè… molto bello cmq, u.u anche se nn capisco cm avete fatto DI DOMENICA a svegliarvi così presto!!

    26 marzo 2011 alle 14:41

  3. la storia della gondola era: una bella gondola cede l’onore di far salire a bordo la Regina su una gondola brutta. e il messaggio che voleva dire era di aiutare il prossimo…
    il gioco del killer era un po’ faticoso perchè dovevi correre, ma ti immedesimavi così tanto che non ti accorgevi che eri sudato fradicio e ti mancava il fiato…
    il bello delle 2 giorni è quello: tu fai anche le cose più faticose del mondo, ma visto che le fai con i tuoi amici ti sembrano cose quotidiane…
    alla domenica mattina nn ci siamo proprio svegliate, abbiamo aperto gli occhi stando a letto un’ altra ora…
    P.S. sono contenta che la tiziana voglia venire alle 2 giorni

    26 marzo 2011 alle 14:47

  4. clod

    povera piccola elais, se volevi il bagno in camera te ne stavi direttamente a casa e facevi prima!😄 in tutta la mia vita non ho MAI visto una casa per le 2 giorni o per i campi con il bagno in camera! RASSEGNATI ILLUSA!🙂

    29 marzo 2011 alle 16:38

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...